All posts in News

luise
Ottantamila metri quadri di terreno a disposizione del Calcio Napoli. E’ questa la proposta che l’immobiliare Antonio Luise presenterà alla società azzurra, investimento che consentirebbe alla società azzurra la costruzione di impianti di proprietà, sempre più imprescindibili per una squadra che punta grandi traguardi. E’ lo stesso Antonio Luise, ai nostri microfoni, a rivelarci i dettagli di questo progetto: “E’ mio interesse premettere una cosa: sono immobiliarista e ritengo che questo terreno di 80000 metri, situato in Via Napoli, presso l’uscita dell’autostrada che porta a Villa Literno e la stazione, possa rivelarsi utile sia per l’ubicazione, sia per il fatto che il calcio Napoli non dispone di struttura di proprietà, essendo in fitto con i Coppola.

La squadra azzurra ha bisogno di una struttura di proprietà, perché rientra nelle esigenze di una società che vuole crescere. Attualmente non c’è stato ancora alcun contatto con De Laurentiis, ma l’appuntamento è stato fissato per la settimana prossima dal momento che, tra Europa League e campionato, per gli azzurri è una settimana impegnativa. Per ora ho sentito l’assessore allo sport e fisserò un appuntamento con Alessandro Formisano (l’head operator del Napoli, ndr).

Ho preparato la cartina del terreno e la proporrò al presidente, che sarà libero di articolarlo a suo piacimento. La quadratura è di 80000 mq, ma non sappiamo ancora di quanti il Napoli calcio abbia bisogno. Se vorranno un render del progetto mi metterò a disposizione, dal momento che la mia azienda si occupa anche di ciò. Ciò non toglie che serviranno diversi campi di calcio, dal momento che gli allievi azzurri giocano a Sant’Antimo, e può essere un’occasione per riunire le squadre legate al Napoli in un solo punto strategico”.

L’imprenditore spiega anche come è andata veramente la vicenda sull’abitazione di Sarri, al centro di polemiche ed interpretazioni varie: Sarri non è stato cacciato, nel mese di luglio l’ex Empoli alloggiava nella suite dove c’era Benitez, e gli è stato chiesto gentilmente di lasciarla qualche giorno prima dal momento che l’armatore cinese promotore del porto turistico doveva trasferirsi. Abbiamo risolto dandogli la casa qualche giorno prima. Dal momento che ho affittato io l’immobile all’allenatore del Napoli so come sono andate le cose, non come è stato scritto negli ultimi tempi… I Coppola sono persone perbene, non si comporterebbero mai così”.

E cosa dire invece sulle dichiarazioni odierne di De Laurentiis, non propriamente tenere nei confronti dell’amministrazione, riguardo lo Stadio San Paolo? “A mio parere ritengo che ci sia tutto l’interesse, da parte di De Laurentiis, di non ristrutturare lo stadio San Paolo. Impianto che versa in condizioni fatiscenti, non offre alcun tipo di servizio, e che costa al presidente una cifra esorbitante Credo che l’amministrazione comunque sia vicina al Napoli Calcio anche perché sarebbe da stupidi non esserlo, dal momento che i calciatori vivono il territorio”.

L’imprenditore napoletano, infine, ci svela un retroscena, riguardo uno stadio nuovo che sarebbe dovuto sorgere dieci anni fa: “Pochi sanno che dieci anni fa c’era il progetto di costruire uno stadio nuovo con musei e parcheggi ribaltando la stazione di Villa Literno al lato opposto e di ampliare Castel Volturno con nuovi campi da calcio consentendo gli allenamenti anche alle giovanili. Poi è chiaro che cambiando i sindaci i vecchi progetti vengano accantonati, anche se non so se De Laurentiis abbia ancora questa intenzione”.

FONTE: mondonapoli.it

Read more

Antonio-LuiseRussoCoppolaDelaurentiis

Nelle foto, Antonio Luise, Dimitri Russo, Napoli Calcio, Francesco Coppola e Aurelio De Laurentiis

 

CASTEL VOLTURNO – La stampa napoletana ha sollevato un vero e proprio caso, che in effetti era stato trattato durante l’estate dal nostro quotidiano on line, quando venne fuori la storiella dell’allenatore del Calcio Napoli, Sarri che doveva celermente lasciare  l’appartamento che fu del suo predecessore Benitez nel Marina di Castello resort.

Ebbene già all’epoca, anche se velatamente, si comprese che Francesco Coppola era interessato al porto da realizzare e De Laurentiis era per così dire un ospite “a fondo perduto”.

Ovviamente, oggi c’è chi ritiene che la vicenda sia stata gonfiata da qualcuno, e qualche regista occulto stia soffiando sui carboni ardenti per ravvivare il fuoco delle polemiche al fine di creare le giuste premesse affinché il Napoli Calcio vada o vada via da Castel Volturno o solamente dal Marina di Castello Resort per trasferirlo altrove.

Noi di Casertace da qualche mese, però, sappiamo che l’amministrazione comunale di Dimitri Russo non vuole assolutamente che la società calcistica abbandoni Castel Volturno, anche per una questione di immagine per la località rivierasca e sappiamo anche che un ex candidato dello schieramento di Russo è pronto a giocare una partita importante in questa storia che da un lato si interseca anche con la sua professione e dall’altro con gli interessi dei tifosi napoletani e con quelli della città di Castel Volturno che è diventata col tempo la comunità che vive e ospita i calciatori del Napoli.

Questo imprenditore è Antonio Luise, di professione fa l’immobiliare e la prossima settimana dovrebbe essere convocato dallo staff dirigenziale della squadra per effettuare una proposta, che assume più i contorni di una verifica tecnico-professionale-amministrativa sulle reali intenzioni di Aurelio De Laurentiis su Castel Volturno. Non sappiamo certamente quale sarà il risultato di questo incontro, in quanto il patron del Napoli potrebbe anche cestinare la proposta.

Oggetto dell’offerta, l’indicazione di un suolo, ci dicono di 40.000 mq all’uscita dalla Variante in via Napoli dove il Napoli Calcio potrebbe creare il suo centro se fosse intenzionato a chiudere la partita con i Coppola e le strutture messe a disposizione a “fondo perduto” a ridosso del Marina di Castello resort.

Se oggi, però è emersa la faccenda della cosiddetta “morosità” della società calcistica nei confronti dei Coppola per i canoni da pagare per l’utilizzo degli impianti sportivi e delle strutture dell’albergo (ristoranti, suite, camere, sala stampa, campi sportivi, ecc), non si riesce a comprendere come, poi, De Laurentiis sia realmente intenzionato ad investire su un suolo di 40.000 mq.

Dall’altro canto ci è parso di capire, che nonostante ci siano delle frizioni imprenditoriali tra Francesco Coppola e De Laurentiis, il magnate di Pinetamare non è assolutamente intenzionato a vestire i panni del brutto e del cattivo, cioè di colui che vuole “cacciare” il Napoli da Castel Volturno, ora che di mezzo c’è il porto, chiudendo una love story iniziata quando era in vita il papà Cristoforo Coppola.

Per il momento, come ha ribadito lo stesso imprenditore Antonio Luise, occorre attendere il suddetto incontro…

FONTE: Casertace.net

Read more

Antonio Luise

 

CASTEL VOLTURNO – Lorenzo Fragola, il notissimo cantautore italiano, divenuto famoso per aver vinto l’ottava edizione del talent show X Factor, ha deciso di trascorrere una serata a Castel Volturno, per incontrare un amico. Poichè sta effettuando un tour in Campania, il cantante catanese che conta nel suo albo d’oro un disco d’oro e un doppio disco di platino, ha deciso di farsi una passeggiata nella cittadina in riva al Volturno e alla fine ha avuto un incontro con l’imprenditore immobiliare Antonio Luise.

Non sappiamo se tra i desideri di Fragola c’è quello di prendere casa a Castel Volturno, come i giocatori del Napoli, fatto sta, ci ha riferito l’imprenditore Luise, il cantautore essendo suo amico, ogni tanto viene a trovarlo, e trova l’occasione per farsi un giro in città.

 Fonte: Casertace.net
Read more

Read more